medico competente obbligatorio
Medico competente obbligatorio: ruolo e compiti in azienda
17/01/2018
Mostra tutto

Documento di Valutazione dei Rischi: NON è solo un malloppo di carta

documento di valutazione dei rischi

Cos’è il DVR (Documento di Valutazione dei Rischi)? E a cosa serve?
In questo articolo ti spiego tutto in modo semplice e da un punto di vista operativo, senza tanti giri di parole e senza ubriacarti con il “tecnicese”.

Come sai, il DLgs. 81/08 dal 1 Giugno 2013 obbliga ogni azienda, che ha almeno un lavoratore, a svolgere la valutazione dei rischi. Essere in possesso di questa documentazione è di fondamentale importanza, oltre che per adempiere alla legge, per prevenire infortuni sul lavoro o danni alle aziende.

Lo spunto per scrivere questo articolo l’ho avuto durante un sopralluogo aziendale avvenuto la scorsa settimana all’interno di una azienda di rettifiche che seguo ormai da 4 anni.
Dopo aver visionato insieme la nuova macchina installata, il titolare mi porta da una parte con sè e mi dice: “ Ma lo sai Alessandro che la scorsa settimana ho avuto un Audit da un grosso fornitore e il tuo malloppo di carta mi è stato davvero utile…”.

Per me era un’ottima notizia, anche se il DVR non è solo un malloppo di carta, come troppo spesso viene percepito, ma è una vera e propria risorsa per l’azienda.
E nelle prossime righe provo a farti capire il perchè.

Il Documento di Valutazione dei Rischi aziendale ti consente di illustrare le zone di lavoro all’interno del capannone, avere il preciso posizionamento della macchine all’interno dell’azienda e mostrare, nel dettaglio, come avviene tutto il suo processo produttivo.

Essendo un documento articolato, per la sua realizzazione vengono coinvolte diverse figure all’interno dell’azienda, ognuna con una responsabilità specifica.

Quali figure aziendali sono coinvolte nella stesura del Documenti di Valutazione dei Rischi?

Le figure aziendali che devono collaborare per una corretta stesura della valutazione dei rischi sono:

  • Il datore di Lavoro;
  • Il Responsabile del servizio di prevenzione o protezione;
  • Il medico competente;
  • Previa consultazione del Rappresentante dei Lavoratori per la sicurezza;

 

In particolare, per fare in modo che questo documento sia fatto ad hoc, è necessario prendere in considerazione:

  • Tutte le differenti mansioni presenti all’interno dell ‘azienda ;
  • Le attrezzature di lavoro come impianti, macchinari, mezzi di sollevamento ecc.. :
  • Problematiche riscontrate in passato inerenti alla sicurezza;
  • L’analisi di TUTTI i Rischi presenti in azienda, indipendentemente dal livello d Rischio ;

In questo modo ne uscirà uno strumento completo e importante, che ti darà la possibilità di rispettare gli adempimenti normativi e di creare un piano di miglioramento per garantire lo svolgimento dell’attività lavorativa in sicurezza.

Oltre a questo, il Documento di Valutazione dei Rischi può essere utilizzato per migliorare la tua azienda. E’ un aspetto considerato da pochissimi Imprenditori, che vedono il DVR soltanto come un “malloppo di carta”, ma che in realtà può davvero fare la differenza per la tua azienda.

 

Utilizza il DVR per migliorare la tua azienda

Il Documento di Valutazione dei Rischi può essere una fonte di ispirazione per migliorare la tua azienda. Infatti, grazie alle preziose informazioni che raccoglie al suo interno, ti fornisce un quadro generale, una “istantanea” dell’azienda, sia dal punto di vista della sicurezza sul lavoro, ma anche sugli aspetti produttivi e gestionali.

Un DVR ben fatto richiede capacità di analisi e attenzione ai dettagli, solo in questo modo non sarà soltanto un “malloppo di carta”, ma un vero e proprio strumento di miglioramento aziendale.
Ecco perchè, per evitare l’effetto “malloppo di carta”, ti riporto alcuni consigli su come NON devi approcciarti al Documento di Valutazione dei Rischi:

  • NON deve essere un prestampato applicato per altre 100 attività simili alla tua;
  • NON deve essere un’insieme di supposizioni teoriche, non ci devono essere azioni migliorative che si possono applicare solo sulla carta;
  • NON deve essere il Documento che rimane a prendere polvere su uno scaffale;
  • NON deve essere il malloppo che utilizzo una volta all’anno quando passa il mio consulente;

 

Sicuramente, in azienda, avrai già il tuo DVR, ma se leggendo questo articolo ti sono sorte domande, dubbi o semplicemente vuoi capire se il tuo Documento di Valutazione dei Rischi
è in linea con le esigenze della tua azienda, scrivici pure qui nei commenti le tue impressioni o visita la pagina dedicata al nostro servizio DVR.

 

1 Comment

  1. Giovanni ha detto:

    Articolo chiarissimo. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *